Blablaoh, nuova app ideata da un bisacquinese

Blablaoh, nuova app ideata da un bisacquinese

A chi non è mai capitato di aver voglia di sentire un familiare o un amico perso? Tutti proviamo nostalgia. Non sarebbe bello poter ricevere un file –  magari audio – in cui un nostro caro, nonostante la sua assenza, ci comunichi qualcosa?

Partiamo dal presupposto che un conto è conservare a lungo una conversazione o un’immagine in cui siamo immortalati con questa persona, un altro è ricevere un file da chi, giocoforza, non vedremo più. Pensate allo stupore, all’emozione a alla carica che si potrebbe provare. Un papà che incita il figlio a migliorarsi, una nonna che fa ascoltare, con un messaggio vocale, la propria voce al nipote che non ha mai conosciuto…

In questo nuovo mondo da oggi possiamo navigare con un’app innovativa, disponibile sia per Android, che per IOS. Si tratta di “Blablaoh”, l’applicazione, gratuita, nata da un idea di Marcello Salvaggio, medico bisacquinese  37enne  emigrato a Brescia,  conosciuto in paese anche per essere il gestore della pagina facebook “Sei di bisacquino se…”. Significativi i contributi della moglie Stefania Marino, 29 anni e del loro socio informatico Michele Graziano, 39 anni.

Marcello ci spiega che l’idea ha preso il via dopo aver sentito una storia davvero commovente. Un bambino americano che giocava con la Playstation sfidando, in una gara automobilistica,  il “fantasma” dal padre (nei videogames di corsa il fantasma  rappresenta l’auto che ha stabilito il record nel percorso).  Ma dato che il padre era morto da tempo,  il continuare a giocare sfidando quel “fantasma” dava al ragazzino, in certo senso, la sensazione di avere il padre ancora vicino.

Come spiega Marcello, da qui è nata l’idea: “sarebbe bello mantenere una sorta di contatto col passato, un passato magari fatto da immagini, voci che il tempo ha finito per cancellare dalla nostra vita”. 11751936_833304850110648_6895385521041930006_n Blablaoh è questo: una cassaforte in cui poter custodire emozioni, che saranno pronte a tornare in futuro, stabilendo data e ora in cui questi file dovranno tornare vivi.  Blablaoh è la prima applicazione che assolve a questa funzione.

Il logo è una bottiglia con all’interno un messaggio, che rimanda ai naufraghi che navigano in questo mare e che lanciano un messaggio che un giorno verrà letto da un contatto o esteso  a tutti gli iscritti al social. Altro meccanismo esclusivo che possiede blablaoh , è quello dell’autocontrollo da parte degli iscritti su tutto ciò che circola all’interno del social, attraverso un meccanismo a votazione: messaggi che avranno una percentuale al di sotto del 50 % di gradimento (dopo il 100esimo voto) saranno automaticamente cancellati e non più disponibili, garantendo così una sorta di “pulizia” all’interno del social stesso. Infatti, con il tasto  “pesca bottiglia”, si potranno leggere messaggi lasciati da altri naufraghi sul social.

Blablaoh da quando è stato lanciato sta riscuotendo abbastanza successo. La pagina facebook (https://www.facebook.com/BLABLAOHcom-704319709675830/timeline/) ha  già collezionato in poco tempo un bel po’ di like ; mentre il sito  (http://www.blablaoh.it/) ci pare dinamico, semplice e intuitvo.

Comments are closed.