Ospedale di Corleone: Finalmente la conferenza dei sindaci sulla dotazione organica

Ospedale di Corleone: Finalmente la conferenza dei sindaci sulla dotazione organica

Durante la conferenza dei sindaci, che si è tenuta a Corleone il 24/09/2015 e convocata dal Sindaco di Corleone Savona, nella quale non si è presentata né l’azienda né l’assessore Gucciardi, si è fatto l’excursus dell’ultima conferenza e della riunione del Comitato Pro Ospedale.

I Sindaci hanno deciso di riconvocare la conferenza prima del 30 settembre e su proposta del Sindaco di Campofiorito Giuseppe Oddo si è inserito come punto all’ordine del giorno la dotazione organica dell’azienda. Anche il Sindaco di Prizzi Luigi Vallone ha affermato che va fermata questa tendenza che vuole inflazionare la Conferenza dei sindaci. Del territorio, oltre ai sindaci di Campofiorito, Corleone e Prizzi, erano presenti il Sindaco di Chiusa Sclafani Ragusa, il Sindaco Cuccia di Palazzo Adriano e alcuni assessori per Bisacquino e Contessa Entellina.

Oltre al tema della dotazione organica si è parlato di alcuni temi che sono stati discussi affrontati già dal Comitato Pro Ospedale: il problema del trasferimento del servizio veterinario da Lercara a Carini, la mancanza di un’ambulanza medicalizzata tra Bisacquino, Contessa Entellina e Chiusa Sclafani, e l’approvvigionamento del sangue per l’Ospedale di Corleone che attualmente viene fatto a Cefalù con dispendio economico e difficoltà organizzative mentre si potrebbe fare una convenzione con i centri di Palermo.

La Conferenza dei Sindaci sulla dotazione organica, come chiesto dal Comitato Pro Ospedale di Corleone e che si terrà a Palermoospedale il 29 settembre, ridarà un ruolo alla conferenza stessa e ci metterà in condizioni finalmente di avere, con chiarezza, contezza del lavoro fatto dall’azienda, guidata dal Dottor Candela, in merito alle nostre proposte sul personale che riguarda la chirurgia, la cardiologia e il pronto soccorso. Il Comitato Pro Ospedale ha inviato, infatti, una proposta di dotazione organica all’azienda che, secondo noi, è adeguata alle esigenze del nostro nosocomio e rispetta le linee guida regionali. Sappiamo che anche la politica sta facendo la sua parte e quindi ormai attendiamo che in queste ore esca la nuova pianta organica dell’ASP di Palermo.

Il Rappresentante del Comitato Pro Ospedale

Giuseppe Crapisi

Comments are closed.