Mercoledì sara inaugurata la mostra Docere et Probare

Mercoledì sara inaugurata la mostra Docere et Probare

Il prossimo Mercoledì 28 Ottobre alle ore 17.30 presso la Sala San Placido del Museo Diocesano di Monreale, sarà inaugunnamedurata la Mostra “Docere et Probare” – Eucaristia e Santità dopo il Concilio di Trento.

Interverranno Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale, Prof. Ssa Maria Concetta Di Natale, Direttore del Museo Diocesano e ilProf. Maurizio Vitella, dell’Università degli Studi di Palermo.

La mostra, nasce dallo spirito di collaborazione con la Soprintendenza BB.CC.AA. di Palermo e dall’ormai collaudata sinergia con il Comune di Monreale. È infatti la settima allestita dall’inaugurazione del Museo e nata nell’ambito dei cicli biennali MusEInrete proposti da AMEI.

Presenta principalmente opere concernenti il Sacrificio Eucaristico, in un allestimento che ricrea la fastosità degli apparati scenici del Seicento, soprattutto in applicazione ai suggerimenti e ai dettami del Concilio tridentino.

Fulcro principale attorno a cui ruota la manifestazione è il ricco altare composto da una serie di candelieri, vasi con frasche, reliquiari a palma, tronetto e ostensorio centrali, completato dal grande baldacchino con lo stemma dell’Arcivescovo Francesco Brunaccini.

Sarano esposti inoltre, per la prima volta, argenti, dipinti, tessuti e manufatti lignei dal XVII al XX secolo, in parte provenienti dalla collezione Renda Pitti, oltre ai pregiati volumi, provenienti dalla biblioteca Comunale, per ribadire la sinergia tra istituzioni per la divulgazione della conoscenza della grande ricchezza delle opere d’arte custodite a Monreale.

Uno spazio informativo sarà dedicato a tutti i docenti per la presentazione del progetto per le scuole “La Torre Narrante”: un interessante percorso didattico laboratoriale, ideato e curato da Chiara Dell’Utri, e mirato alla presentazione del percorso espositivo con particolare attenzione ed indirizzo nei confronti degli studenti più giovani.

Sarà disponibile un opuscolo, con un saggio di Lisa Sciortino e le fotografie di Enzo Brai, in cui è presentata una selezione delle opere esposte. La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 29 maggio 2016.

Il Direttore

Comments are closed.