Scuola di Chiusa Sclafani, bambini al freddo e senza mensa, ma presto i servizi saranno attivi

Scuola di Chiusa Sclafani, bambini al freddo e senza mensa, ma presto i servizi saranno attivi

Alcuni genitori degli alunni della scuola elementare di Chiusa Sclafani ci hanno esternato il loro malumore poiché, presso il plesso scolastico comunale, non sono ancora attivi due servizi importantissimi per il benessere psicofisico dei loro bambini: il servizio di refezione, che risulta ancora non fruibile, e i riscaldamenti, che sono ancora spenti, nonostante le temperature rigide.

Riportiamo, integralmente, quanto scritto nella lettera che ci è pervenuta: “Comunichiamo che, ad oggi 10 dicembre 2015, Giornata Internazionale Dei Diritti Umani, i nostri figli della scuola primaria dell’Istituto Scolastico  Statale “G. Reina” di Chiusa Sclafani non hanno ancora i riscaldamenti accesi a scuola. Chiediamo al Sindaco, all’amministrazione comunale e all’opposizione di far fronte a un problema che di anno in anno si ripete e, laddove necessario, di prendere i dovuti provvedimenti disciplinari per porre fine a un problema “storico “. Invitiamo anche la cittadinanza a sostenerci affinché ai nostri figli venga garantito e tutelato il diritto all’educazione e alla Buona Scuola”.

Abbiamo contatto, così, il sindaco di Chiusa Sclafani, Giuseppe Ragusa, il quale ci ha fatto sapere che i riscaldamenti non sono stati accesi a causa di un guasto al motore, ma che un tecnico è a lavoro e si aspetta solamente che l’azienda produttrice renda disponibile il pezzo da sostituire.

Per quanto riguarda la mensa, invece, occorre aspettare che il consiglio comunale approvi il bilancio per poter sbloccare i fondi già destinati a questo servizio. La seduta consiliare è stata convocata nella giornata del 23 dicembre. Lì gli amministratori discuteranno l’eventuale approvazione del rendiconto, ma, a prescindere dal positivo esito, il servizio mensa sarà attivato, probabilmente, dopo le vacanze natalizie, dal momento che, in  caso di bocciatura, il bilancio sarà approvato da un commissario.scuola

Comments are closed.