Il Papa accetta un regalo da un bisacquinese

Il Papa accetta un regalo da un bisacquinese

Giovanni Santacolomba, cittadino di Bisacquino, ha consegnato mercoledì scorso al Papa una statuetta- caricatura che rappresenta sua Santità. L’emozione vissuta dall’uomo, da 37 anni impiegato presso l’istituto Don Calogero Di Vincenti, è stata fortissima e la conferma ci arriva da un fatto semplice: sia lui, che la moglie, che lo accompagnava, non sono riusciti nemmeno a scattare una foto per immortalare il momento in cui il ciambellano ritirava per conto del Papa il souvenir che il bisacquinese aveva portato fino in Vaticano; la trepidazione di trovarsi davanti Francesco ha preso il sopravvento, soprattutto quando il sommo pontefice l’ha salutato.

Santacolomba è un appassionato di arte e si è occupato nel corso della sua vita anche di pittura e modellismo. Da circa 10 anni, invece, si è cimentato in questo nuovo percorso che lo porta a realizzare delle caricature di gessso, sia di personaggi famosi nazionali e/o internazioni, sia di propri compaesani. Gestisce anche una pagina facebook (https://www.facebook.com/Gionni-Stecchino-336039206562938/?fref=ts), attraverso la quale è possibile visionare i suoi lavori.

Ci racconta che spesso gli arrivano richieste dal nord e che comunque i suoi lavori vengono soprattutto apprezzati fuori dal mercato cittadino. L’attività richiede una cura quasi maniacale che dipende da tanti fattori, anche dalle stagioni. Egli comunque la svolge come hobby. Ultimamente Santacolomba ha ricevuto apprezzamenti anche da personaggi dal calibro di Gianni Rivera e Ficarra e Picone.

Ha realizzato, inoltre, in scala delle opere in onore di Bisacquino, ricostruendo in peitra il Santuario della Madoona del Balzo e la croce della Vara.

Qualche settimana fa l’uomo aveva scritto una lettera al Papa dicendogli che gli voleva inviare la statuetta, ma, sinceramente non si aspettava una lettera di risposta da parte del Santo padre, né poteva immaginare che lo invitasse a consegnargliela di persona.

Al bisacquinese piace realizzare queste caricature perché gli piace cogliere il lato “comico” dei personaggi che realizza.

Comments are closed.