In Veneto ubriaco alla guida uccide 16enne figlia di un campofioritano

In Veneto ubriaco alla guida uccide 16enne figlia di un campofioritano

Erika Sagona, la sedicenne che nel tardo pomeriggio di venerdì è stata investita da un autocarro a Spiazzo di Grancona, è morta nel pomeriggio di ieri, verso le 17.
Secondo una prima ricostruzione pare che l’adolescente era in bici, ferma sul ciglio della strada lungo via Spiazzo, davanti allo slargo di un cancello a scrivere un messaggio sul suo cellulare quando è stata presa in pieno dal mezzo che sopraggiungeva guidato da Giorgio Canevarollo, risultato poi ubriaco, con un tasso alcolemico quasi quattro volte superiore al limite .
Era stata portata con l’elicottero in condizioni disperate all’ospedale San Bortolo, dove i medici l’avevano sottoposta ad un delicato intervento per ridurre l’ematoma intracranico. Purtroppo però il quadro clinico è peggiorato di ora in ora, fino al decesso. I genitori, come ultimo atto d’amore, hanno dato il benestare alla donazione degli organi di Erika.
La giovane lascia la mamma Roberta, il papà Pietro (originario di Campofiorito), il fratello gemello Mirko e la sorella Enza.

Comments are closed.