Da Corleone il farmaco salvavita a un pensionato gelese

“Appena abbiamo letto la notizia e, sapendo bene quanto sia difficile reperire il farmaco, abbiamo deciso di farci avanti” - racconta la dottoressa Rosa Binenti, titolare della farmacia di Corleone che metterà a disposizione due scatole di Zentel all'anziano di Gela.

Da Corleone il farmaco salvavita a un pensionato gelese

Una farmacista di Corleone, Rosa Binenti, si è distinta per avere messo a disposizione di un pensionato gelese, affetto da «Echinococcosi Cistica», lo «Zentel», compresse da 400 mg, che consente di tenere in standby la patologia. La farmacista di Corleone è stata la prima a mettere a disposizione dell’ammalato il farmaco dopo che quest’ultimo aveva lanciato un allarme attraverso la stampa. «Ho bisogno di una medicina letteralmente introvabile, lo Zentel, la mia vita potrebbe essere in pericolo», aveva scritto il pensionato. Nel pomeriggio il colpo di scena: alla redazione di livesicilia.it è arrivata la segnalazione della farmacia Binenti di Corleone: “Abbiamo il farmaco”.
“Appena abbiamo letto la notizia e, sapendo bene quanto sia difficile reperire il farmaco, abbiamo deciso di farci avanti – racconta la dottoressa Rosa Binenti, titolare della farmacia di Corleone che metterà a disposizione due scatole di Zentel all’anziano di Gela – una volta che ci saremo messi in contatto con lui o con la sua famiglia faremo di tutto per fargli arrivare la piccola scorta”. Di più non può fare la dottoressa: “Ne abbiamo pochissimo anche noi, non posso fornirgli tutte le scatole, ho un altro cliente che ne ha estremo bisogno”.

Tuttavia, un aiuto molto più consistente giungerà dalla farmacia del policlinico di Palermo che ha comunicato di avere accertato una disponibilità ospedaliera di quasi 400 scatole del prodotto, anche se non è possibile erogarlo all’esterno. Dovrà essere il servizio di malattie infettive di Gela a inviare il paziente, per una consulenza specialistica, presso il policlinico di Palermo, dove, da ricoverato potrà essere assistito con la somministrazione del medicinale.

Ma le buone notizie per il pensionato ( forse) non sono finite infatti –  come riporta sempre livesicilia.it – Gino Tomasini, responsabile dell’ufficio comunicazioni esterne della Glaxo di Verona se da un lato conferma l’attuale fermo della linea produttiva “come da comunicazione data a settembre all’Agenzia italiana del farmaco (Aifa)”, dall’altro aggiunge anche che a marzo prossimo lo Zentel potrebbe tornare in circolazione. Su quest’opzione però farmacisti e malati rimangono scettici e ansiosi.

Comments are closed.