Corleone, avviso di conclusione delle indagini al funzionario Termine

Corleone, avviso di conclusione delle indagini al funzionario Termine

 

Fabio Termine, funzionario del comune di Corleone, dovrà difendersi dall’accusa di abuso d’ufficio e falso in relazione alle presunta assunzione della figlia del boss Rosario Lo Bue nel 2015 e all’affidamento dei servizi di riscossione e accertamento dei tributi alla Asmel avvenuto nel 2013.  Per quanto riguarda la prima vicenda, che Termine  valutò come una “mera svista” , il funzionario  dovrà spiegare come la figlia di Lo Bue facesse a conoscere quell’avviso di assunzione senza che l’atto fosse stato pubblicato e per il quale arrivò di conseguenza una sola domanda, che garantì alla donna un posto come assistente igienico sanitario della scuola “Giuseppe Vasi”. Fabio Termine ha ricevuto recentemente un avviso di conclusione delle indagini. A coordinarle la Digos  su richiesta della Procura di Termini Imerese nella persona di Alfredo Morvillo e del sostituto Faletra.

Comments are closed.