Corleone, l’accusa non regge, maestra accusata di maltrattamenti rimessa in libertà

Corleone, l’accusa non regge, maestra accusata di maltrattamenti rimessa in libertà

Una maestra di 54 anni, che insegna in una scuola elementare di Corleone, era stata sottoposta agli arresti domiciliari dai Carabinieri di Corleone con l’accusa di maltrattamenti. L’indagine, coordinata dalla procura di Termine Imerese, è nata da una denuncia di una mamma che si era rivolta alle forze dell’ordine dopo aver ascoltato il proprio figlio lamentarsi di uno schiaffo ricevuto sulla nuca. In seguito erano state piazzate alcune videocamere all’interno della scuola per verificare il comportamento dell’insegnante.  Così, dopo la valutazione dei filmati, è scattato l’arresto nei confronti della donna. Tuttavia, il giudice per l’indagine preliminare ha rimesso in libertà la donna per la non “sufficienza del quadro probatorio”, non condividendo la tesi delle forze dell’ordine. La procura sta valutando se ricorrere contro la decisione.

Comments are closed.