Alternanza scuola lavoro, l’IISS Don Calogero Di Vincenti a Caserta

Comunicato Stampa

Le specialità enogastronomiche sono “raccontate” a Caserta nella tre giorni organizzata dagli studenti delle scuole superiori palermitane. L’iniziativa ha visto come protagonista l’Enoteca provinciale della Camera di Commercio di Caserta, situata in via Cesare Battisti, dove sono stati allestiti gli spazi espositivi con le eccellenze enogastronomiche siciliane, dall’olio extravergine di oliva, ai vini passando per i prodotti caseari e dolci. Gli alunni delle classi quarte degli indirizzi “Amministrazione finanza e Marketing”, del liceo linguistico, del professionale per i Servizi alberghieri e della ristorazione e del professionale per i Servizi per l’agricoltura, hanno incontrato la popolazione casertana e i turisti raccontando la loro esperienza a Caserta. La cornice dell’evento, nel corso del quale si è voluto trasmettere anche la “cultura della legalità”, è stata l’Enoteca provinciale. Uno spazio che è stato realizzato dalla Camera di Commercio di Caserta come una vera e propria “piazza di eventi” immaginati anche come vetrina per gli Istituti scolastici, nell’ambito dell’attuazione del progetto Alternanza scuola-lavoro, i quali si ritrovano insieme al mondo enogastronomico, al sistema d’impresa e a momenti culturali per la promozione dei territori. L’apertura dello spazio espositivo in via Battisti è avvenuta stamattina e a fare gli onori di casa è stato Tommaso De Simone, Presidente della Camera di Commercio di Caserta. Nel dare il saluto di benvenuto il presidente della CCIAA ha affermato: «Il ruolo di queste Istituzioni scolastiche è di lavorare per un miglior futuro, anche in chiave di sviluppo e di crescita dell’occupazione. Non meno decisivo è, al tempo stesso, sviluppare la capacità di costruire nuovi percorsi formativi per gli studenti dei Licei, anche mettendoli in relazione con i percorsi degli Istituti Tecnici e Professionali: in questo modo – ha concluso De Simone – lo studio del cibo e delle sue culture può aiutare l’affermarsi di una esperienza formativa completa. Gli studenti di Bisacquino e Corleone e quelli di Caserta, insieme, sono e saranno gli ambasciatori dei nostri territori e delle nostre eccellenze nel mondo». Al brindisi di apertura dello spazio espositivo stamattina sono intervenuti insieme agli studenti parlamentari anche i professori Mario Zabbia Pomara (dirigente scolastico) e Biagio Cutropia (coordinatore del progetto); Chiara Sciortino in rappresentanza del CIDMA (Centro internazionale di documentazione sulle mafie e del movimento antimafia), l’assessore presso il comune di Caserta Vincenzo Girfatti; l’assessore all’Agricoltura e alle Attività produttive del comune di Bisacquino, Liziana Riggio; il segretario Confartigianato di Caserta, Luca Pietroluongo; il presidente della Confartigianato di Palermo, Nunzio Reina e in rappresentanza dei ristoranti sedi di stage il dottor Gaetano Migliatico. Hanno, inoltre, partecipato anche una rappresentanza degli alunni dell’Issis Ferraris di Caserta accompagnati da una delegazione di professori. Gli studenti palermitani nel pomeriggio della giornata odierna prepareranno delle pietanze con i prodotti siciliani che alle 18 saranno serviti come pasto di solidarietà presso la Tenda di Abramo in largo Puglisi a Caserta. L’esposizione dei prodotti tipici continuerà anche nella giornata di domani sempre presso l’Enoteca provinciale.

 

(fonte foto Facebook)

Comments are closed.