Madre e figlia bisacquinesi arrestate a Sciacca

Madre e figlia bisacquinesi arrestate a Sciacca

Il pubblico ministero di Sciacca ha disposto oggi gli arresti domiciliari nei confronti di due signore bisacquinesi (madre e figlia), arrestate con l’accusa di furto aggravato dalla polizia saccense. Le donne – da una prima ricostruzione – pare abbiano agito all’interno di due negozi. Verosimilmente tra domani e dopodomani ci sarà la direttissima, dove probabilmente sarà convalidato l’arresto. Appresa la notizia, abbiamo anche scoperto, che le due accusate saranno difese dallo studio legale Antonio Di Lorenzo . L’avvocato penalista Antonio Di Lorenzo ha confermato la sua nomina come difensore di fiducia e inoltre ha dichiarato: «Processualmente è tutto da vedere. Allo stato attuale, per il principio costituzionalmente garantito dalla legge, c’è una presunzione di innocenza che mi fa dire che, fino a quando non c’è una sentenza di condanna, le signore sono innocenti. Bisogna, infatti, vedere come sono andate le cose, come stanno le cose, leggeremo le carte per capire se tutto corrisponde a realtà. Il processo, poi, stabilirà le verità. Di certo una cosa è l’accusa, un’altra è la condanna. Penso che dimostreremo l’innocenza delle signore».

Comments are closed.