La Fibra di Tim raggiunge tanti comuni, ma molti dei nostri restano fuori

0
147

Con 2.062 armadi stradali collegati con centinaia di chilometri di cavo in fibra ottica, la banda ultralarga di TIM si è sviluppata progressivamente nella provincia di Palermo raggiungendo ad oggi 38 importanti comuni, tra cui il capoluogo. E’ questa l’infrastruttura digitale che interconnette le famiglie e le realtà produttive del Palermitano. Sono 38 i centri della provincia serviti con velocità fino a 200 Mega: Palermo, Altavilla Milicia, Altofonte, Bagheria, Balestrate, Belmonte Mezzagno, Bisacquino, Caccamo, Campofelice di Fitalia, Campofelice di Roccella, Capaci, Carini, Castelbuono, Casteldaccia, Cefalù, Cerda, Cinisi, Collesano, Corleone, Ficarazzi, Gangi, Godrano, Isola delle Femmine, Misilmeri, Monreale, Partinico, Petralia Soprana, Piana degli Albanesi, Pollina, Prizzi, San Cipirello, San Giuseppe Jato, San Mauro Castelverde, Santa Flavia, Termini Imerese, Terrasini, Trabia, Villabate.  La fibra ottica assicura una linea più stabile e sicura, libera da interferenze elettromagnetiche e con una migliore resistenza alle condizioni meteo. L’unico svantaggio, rispetto all’ADSL, può essere rintracciato sul fronte dei prezzi, che risultano ancora leggermente più elevati. La differenza è tuttavia limitata, e senza dubbio compensata da performance nettamente superiori.

Tra i comuni ancora senza copertura della Fibra ricordiamo Palazzo Adriano, Contessa Entellina, Chiusa Sclafani, Giuliana, Campofiorito e Roccamena.