Leonardo Spera si candida a sindaco di Contessa Entellina

0
439

Il 10 giugno è alle porte e quel giorno anche gli elettori di Contessa Entellina saranno chiamati a eleggere il nuovo consiglio comunale, la giunta e il futuro primo cittadino. E’ notizia di qualche giorno fa la candidatura a sindaco di Leonardo Spera, 35enne, impiegato presso la “SEUS”, la società regionale che gestisce il servizio 118 in Sicilia. Spera da sempre attivo in attività politiche e sociali nel municipio contessioto, in questo momento è consigliere di minoranza e svolge la mansione di consigliere dal 2013. E’ impegnato anche nell’associazionismo locale.

Il movimento civico che accompagnerà e sarà guidato Leonardo Spera si chiama“ConTessa #SIPuò”, che sta a significare si può cambiare con ogni cittadino, “con te”.  “Credo che chi è impegnato in politica debba sempre mettere a disposizione della comunità il proprio tempo, l’entusiasmo e le proprie competenze, spiega il candidato. Credo che si può uscire dalla rassegnazione a cui siamo stati assoggettati e da una politica vissuta come mestiere”.

“La situazione socio-economica contessiota è devastante, bisogna combattere lo spopolamento attraverso misure urgenti affinché ogni cittadino possieda gli strumenti per vivere una esistenza migliore nella nostra terra, argomenta Leonardo Spera.  Bisogna difendere  i valori socio economici del territorio valorizzando le eccellenze agricole, turistiche e culturali  e salvaguardare la nostra identità arbereshe”.

Su una scala da 1 a 10 un voto all’amministrazione Parrino?

“5 ! Tanto impegno ma scelte poco lungimiranti lontane dalle politiche dei gironi di oggi. Penso alla scarsa capacità di intercettare fondi ed alla negligenza amministrativa mostrata dovuta forse alla continua rotazione di assessori . Abbiamo perso tante opportunità di finanziamento come nel caso della viabilità rurale privata dal PSR nella quale non è stato finanziato il progetto della strada Bagnitelle perché la giunta non ha deliberato l’approvazione del progetto , oppure al al progetto villa biveri presentato in due bandi e finanziato due volte.”

Una delle priorità di Leonardo Spera è ristabilire le regole delle democrazia e di partecipazione.