La Regione assegna le risorse per la messa in sicurezza del territorio

4,7 milioni saranno stanziati per il palermitano

0
165

La Regione ha stanziato sedici milioni di euro (di cui 4,7 finiranno in provincia di Palermo) per l’attività di messa in sicurezza del territorio. In particolare si garantirà la pulizia di un centinaio di torrenti e fiumi per consentire il libero e regolare deflusso delle acque. Nella nostra provincia previsti undici interventi: lago Poma (Partinico), lago di Piana degli Albanesi, lago Scanzano (Piana degli Albanesi), diga Rosamarina (Caccamo), diga Garcia (Contessa Entellina), diga Raia (Prizzi), diga Gammauta (Palazzo Adriano), diga Leone, diga Fanaco (Castronuovo di Sicilia), torrente Piletto (Lascari) e torrente Sant’Elia (Monreale).

Un’attività per prevenire possibili fenomeni di esondazione, con conseguenze in alcuni casi tragiche per la popolazione, come purtroppo accaduto anche nel recente passato”, spiega il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. “Nella scelta dei lavori – spiegano della Regione – si è data la precedenza a fiumi e torrenti vicini ai centri abitati o ad attraversamenti stradali, ferroviari e infrastrutturali. Gli interventi di taglio della vegetazione infestante – che saranno eseguiti da operai forestali – riguarderanno anche le aree nei pressi delle vasche di dissipazione di alcune dighe, gli alvei immediatamente a valle delle stesse e le zone in corrispondenza delle stazioni idrometriche”.