Bisacquino, il comune dovrebbe stabilizzare entro l’anno i contrattisti

0
1503

Il Comune di Bisacquino ha avviato la stabilizzazione dei 52 lavoratori precari in servizio nell’ente. Lo rende noto Margherita Amiri, segretaria provinciale della Cisl Fp Palermo Trapani, che ha condotto la trattativa sindacale per il superamento del precariato. “Siamo soddisfatti per il risultato raggiunto – dichiara la Amiri – frutto della sinergia fra sindacato e amministrazione comunale. Sono stati infatti accolti dai vertici comunali i rilievi e le nostre proposte, in modo da siglare un accordo sugli atti deliberativi che saranno approvati nei prossimi giorni dalla giunta municipale”. La Cisl Fp continuerà a seguire l’iter burocratico, “affinché entro l’anno – prosegue la Amiri – tutti questi lavoratori sottoscrivano il contratto a tempo indeterminato. Il prossimo obiettivo è la stabilizzazione dei lavoratori Asu in servizio al Comune di Bisacquino”.
Si aspetta comunque il parere dei revisore dei conti per concludere l’iter e il numero potrebbe anche variare.

Per i comuni siciliani è conveniente stabilizzare questi lavoratori perché la regione garantirà fino al 2038 un contributo che coprirà fino all’87% le spese di questo personale, risorse che i comuni già ricevono, ma che rischierebbero di perdere senza i contatti a tempo indeterminato. Una stabilizzazione a costo 0 vantaggiosa per tutti: dipendenti, che finalmente potranno avere più certezze, e per i comuni che potranno garantire i servizi già attivi.