Ieri l’incontro per contrastare le esondazioni del fiume Sosio- Verdura

0
169

Ieri si è svolta una riunione a Palermo (a Palazzo d’Orleans) alla quale ha partecipato tra l’altro il sindaco di Chiusa Sclafani, Francesco Di Giorgio, per risolvere definitivamente i problemi creati dalle esondazioni del fiume Sosio-Verdura. L’incontro è stato organizzato dal presidente della Regione Nello Musumeci.

Ho ascoltato nel dettaglio – spiega il governatore – le richieste di amministratori e agricoltori. Alla luce dei pareri acquisiti, ritengo che la via da praticare sia quella di una prima opera, del costo complessivo di 5 milioni di euro sui punti più vulnerabili del corso d’acqua, lungo 15 chilometri. Si interverrà con la pulitura dell’alveo e la rimozione di fanghi e sterpaglie, sulla base di un progetto che verrà predisposto dall’ufficio del Genio civile di Agrigento e consegnato entro 60 giorni. E’ nostro dovere sostenere il comparto agricolo, alle prese con mille difficoltà”.L

Ci sarà poi un altro intervento a medio termine.    “In una seconda fase, sarà necessario unire le forze e le progettualità delle varie strutture tecniche per un intervento più radicale da 15 milioni di euro che ottimizzi i costi e le risorse, con l’obiettivo di garantire la sicurezza di tutto il territorio attraversato dal Sosio-Verdura – ha continuato il presidente – . Non escludo il ricorso al “contratto di fiume”, se più celere ed efficace, e nei prossimi giorni investirò del tema il comitato tecnico-scientifico dell’Autorità idrica appena costituita dal mio governo”.