Bisacquino, si alza il sipario sulla sfilata dei carri allegorici

0
605

Si alza il sipario sul carnevale di Bisacquino. Dopo le serate danzanti nei circoli (che comunque proseguiranno), entra nel vivo anche la sfilata dei carri allegorici giunta alla 32esima edizione. Stamattina, infatti, gli studenti della scuola elementare e media hanno festeggiato “U vennure ‘ddu Zzupiddo”, sfilando con il carro dedicato alla mitica figura contadina che rispecchia uno dei simboli del carnevale bisacquinese.

Domani dalle 16.30 e domenica (allo stesso orario) sarà il turno di tutti i carri allegorici partecipanti alla manifestazione, che attraverseranno le vie principali del paese. L’animazione sarà curata da R.A.B. Animation Live.

Il Carnevale Bisacquinese affonda le proprie radici almeno alla fine del Seicento. Esso si contraddistingue in due fasi. La prima è dominata dal ballo nei circoli, che si affacciano su piazza Triona dove, ogni sabato, i ballerini affollano le sale per tutta la notte lanciandosi in lisci e contraddanze, fino alla tradizionale sosta al buffet; la sfilata dei carri rappresenta, invece, la seconda.

Lunedì ci sarà la finale dei premi in maschera, le serate danzanti proseguiranno fino a martedì. Il costume principale del carnevale bisacquinese è il dominò, una tunica scura che copre la persona fino ai piedi e munita di un cappuccio sulla testa e che impedisce di riconoscerla. Ogni anno migliaia di persone si recano a Bisacquino per partecipare a questo carnevale che è uno dei più antichi e amati dell’isola