Coronavirus, le fake news circolano anche nei nostri paesi

0
1133

Da quando si è sparsa la voce che il Coronavirus è arrivato a Palermo sono iniziate a circolare delle fake news per tutta la regione. Hanno iniziato con due audio che sono rimbalzati tra gli smartphone di tantissimi siciliani. Oggi nel primo pomeriggio il sindaco di Chiusa Sclafani ha dovuto smentire tramite Facebook l’ipotesi che qualcuno avesse contratto il virus nel suo paese: «Voglio tranquillizzare tutti i cittadini che le voci che circolano su un possibile caso di coronavirus a Chiusa Sclafani sono assolutamente false» – ha scritto il sindaco -.

Adesso è il comune di Corleone a dover smentire la stessa cosa, dato che in paese sta circolando un messaggio falso.

«Si avvisa la cittadinanza che il messaggio che circola con insistenza oggi in paese è falso e infondato. È stata chiesta una conferma all’Azienda sanitaria provinciale che smentisce categoricamente. Tale messaggio (allegato all’articolo) sarà segnalato alla polizia postale in quanto il procurato allarme è un reato perseguibile penalmente.
Si prega la cittadinanza di evitare il diffondersi di fake news e di affidarsi esclusivamente alle informazioni veicolate attraverso la pagina Facebook del Comune e i canali Telegram del Comune (che si avvale della collaborazione del distretto sanitario) e Protezione Civile Corleone».

Anche noi vi invitiamo a diffidare dell’informazione che passa tramite messaggi. Fidatevi di quella che passa tramite canali autorevoli. Quella anonima è quasi sempre spazzatura. Quando avete dubbi, fate una ricerca su internet per cercare delle conferme.