L’Anci giovani Sicilia scrive ai vertici dell’Anci: Servono misure urgenti a sostegno delle autonomie locali

0
492

L’Anci giovani Sicilia ha indirizzato una lettera a vertici dell’Anci (al Presidente Anci Sicilia, al Segretario generale di Anci Sicilia, al Presidente Anci), in cui chiede misure urgenti a sostegno delle autonomie locali. «La crisi dei Comuni è già in atto e deve essere arginata subito – scrivono -. Non farlo esporrebbe l’intero Paese a rischi ancora maggiori in questo drammatico momento».

Ecco il testo completo

siamo in prima linea per la tutela del territorio, garantieri dell’incolumità di tutti i cittadini, fronte Istituzionale di questa guerra, combattuta quotidianamente in trincea. 

Le ripetute richieste dei nostri concittadini che in questa fase risultano smarriti e sconfortati, si scontrano con la penuria di risorse a cui ormai siamo abituati da moltissimo tempo.

Appoggiamo le proposte di Anci riguardo il sistema delle autonomie locali ed. Servono misure urgenti a sostegno delle autonomie locali. La crisi dei Comuni è già in atto e deve essere arginata subito. Non farlo esporrebbe l’intero Paese a rischi ancora maggiori in questo drammatico momento.

Il sistema economico produttivo del paese si è fermato. Purtroppo la nostra popolazione residente, in questo particolare momento, viene messa in enorme difficoltà e pericolo sia dall’incoscienza di chi ritorna in questi giorni presso i propri domicili, sia da chi disattende per ignoranza e superficilità le regole e le prescrizioni.

Eppure proprio il contenimento degli spostamenti e il divieto di assembramento rappresentano il migliore e più efficace antidoto contro un nemico tanto invisibile quanto insidioso. Noi applichiamo l’interpretazione autentica che si da ai DPCM e alle Ordinanze Regionali e per questo diventa indispensabile che venga utilizzata la stessa diligenza anche da chi è preposto al controllo ed alla gestione della crisi, per contenere l’incoscienza civica.

L’enorme sforzo che stanno compiendo il personale medico, le forze dell’ordine, tutto il sistema di protezione civile, per supportare gli amministratori soprattutto dei piccoli Comuni richiede un ulteriore dispiego energie nei nostri comuni attraverso un capillare intervento dell’Esercito su tutto il territorio regionale nel controllo del rispetto dell’isolamento.

Lo stress a cui sono sottoposti i comandi di Polizia Locale e le forze dell’ordine non ci consente di poter attendere ulteriormente. Perché non sia il tempo delle colpe, ma piuttosto delle Responsabilità. 

TUTELARE LA SALUTE DEI SICILIANI E IL NOSTRO TERRITORIO  è condicio sine qua non per essere pienamente Istituzione.

 Leonardo Spera – Coordinatore Anci Giovani Sicilia 

Coordinameto Anci Giovani Sicilia 

Cristina Scaccia, Elisa Carbone, Sonia Petralia, Andrea Argento, Anna Zizzo, Calogero Zuccalà, Cristina Lombardo, Domenico Scicolone, Eleonora Milazzo, Elia Canino, Enzo Italiano, Flavio Pillitteri, Francesca Leone, Francesco Tinè, Gaetano Costa, Gaetano Scancarello, Gianfranco Grizaffi, Giorgio Randazzo, Giovanni Rametta, Giuseppe Caltanissetta, Giuseppe Carpo , Giuseppe Fichera, Giuseppe Lipari, Laura Iraci, Maria Rita Lazzara, Michelangelo Costantino, Nicola Biondo, Nino Cammarata, Nino Ginardi , Nino Randazzo, Paolo Kory, Piero Alberto Ancona, Riccardo Oddo, Roberta Calcagno, Rosario Liuzzo, Rosario Oliveri, Salvatore Di Francesco.