Ristrutturazione dell’ospedale di Corleone: nasce un gruppo di lavoro

0
403

Creato un gruppo di lavoro dedicato alla ristrutturazione dell’ospedale “dei Bianchi” di Corleone. Avrà lo scopo di approfondire le tematiche relative al completamento del nosocomio, che abbraccia un ampio bacino d’utenza sul territorio. Lo ha stabilito l’assessore regionale della Salute, Ruggero Razza, con una nota inviata ieri.

I lavori all’ospedale “dei Bianchi” prevedono la ristrutturazione di una parte dell’edificio finalizzata tra l’altro allo spostamento del Pronto Soccorso e alla realizzazione di un PTA (Presidio Territoriale di Assistenza) e di una RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale). L’importo complessivo dei lavori è di 11.474.776 euro. La quota a carico dello Stato è di 10.901.037,20 euro, mentre per la restante parte (573.738,80 euro) si tratta di somme della Regione Siciliana. 

Il finanziamento rientra nell’ambito del Piano Nazionale degli Investimenti ed era stato annunciato a luglio dello scorso anno dall’allora ministro per la Salute Giulia Grillo. Complessivamente i fondi disponibili per la Sicilia ammontavano ad oltre 236 milioni di euro da ripartire tra 42 ospedali e altre strutture sanitarie. Circa 40 milioni sono stati destinati all’ospedale “Cervello” di Palermo, 13 milioni al “Di Cristina” e 11,5 all’ospedale “Dei Bianchi”

“Alla luce della rilevanza di un simile intervento infrastrutturale per il territorio di riferimento – ha scritto Razza – ritengo utile proporre l’istituzione di un gruppo di lavoro, composto dai rappresentanti delle Amministrazioni locali, nonché dell’Asp di Palermo e dell’assessorato regionale della Salute, con funzioni consultive non vincolanti. Per l’Ufficio di Gabinetto è incaricato sin d’ora il dottor Giuseppe Giandalone”. 

Faranno parte del gruppo di lavoro il presidente della Conferenza dei Sindaci della Città Metropolitana di Palermo e sindaco di Corleone, Nicolò Nicolosi, il sindaco delegato per il Distretto Sanitario 40-Corleone e primo cittadino di Giuliana, Francesco Scarpinato, il sindaco delegato per il Distretto Sanitario 38-Lercara Friddi e sindaco della stessa cittadina, Luciano Marino, il direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni. 

“In un momento così difficile per la salute dei cittadini – afferma il sindaco Nicolosi – il potenziamento dell’ospedale di Corleone risponde a una esigenza inderogabile del territorio per rendere un miglior servizio ai circa 50mila utenti della zona. Un grazie sentito va all’assessore Razza per l’iniziativa assunta di affidare alle istituzioni corleonesi il compito di spingere sull’acceleratore per il rapido utilizzo dei fondi destinati alla realizzazione delle opere finanziate”.