Covid-19, 10.517 vaccinazioni effettuati dall’Asp di Palermo: usate l’82% delle scorte

0
186

Sono 10.517 le vaccinazioni anti-covid effettuate dall’Asp di Palermo che ha utilizzato l’82 % delle scorte disponibili (12.870 dosi). Il dato è riferito a domenica sera (10 gennaio 2021), ma, già, domani è attesa un’ulteriore fornitura di 8.190 dosi.

 Le vaccinazioni sono proseguite regolarmente anche nelle giornate festive e prefestive. Il maggiore afflusso si è registrato, finora, a Villa delle Ginestre dove sono stati vaccinati 3.738 operatori, seguito dall’Ospedale “Civico” di Partinico con 1.317, quindi l’Ospedale “Cimino” di Termini Imerese con 9.178, il “Dei Bianchi” di Corleone con 602, “Madonna dell’Alto” di Petralia Sottana 559 ed Ingrassia di Palermo 546. Sono, invece, 382 le vaccinazioni effettuate in RSA e Case di Riposo, mentre 767 quelle delle Case di cura. Il dato generale viene completato dalle 849 vaccinazioni dell’Ospedale “Giglio” di Cefalù e dalle 840 del “Buccheri-La Ferla”, strutture che afferiscono all’Asp di Palermo nella campagna di vaccinazione.

Siamo, già, proiettati alla prossima settimana quando prenderà il via la somministrazione della seconda dose ai primi vaccinati – spiegano il Direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni, ed il Commissario per l’emergenza Covid, Renato Costa – prevediamo di creare, soprattutto, a Villa delle Ginestre dove si registra il maggior afflusso di operatori, una seconda sala destinata soltanto a chi deve essere somministrata la dose di richiamo a distanza di 21 giorni dalla prima. I locali sono, già, stati individuati, così come il personale da impegnare nelle prestazioni. Stiamo anche implementando la piattaforma online creata per le prenotazioni, destinando un’apposita sezione ai soggetti che dovranno effettuare la seconda dose”.