Corleone, il presidente del consiglio Siragusa a Nicolosi: «Ritiri le dimissioni»

0
733
il Presidente del consiglio Pio Siragusa

Il presidente del consiglio comunale di Corleone ha scritto una lettera ai corleonesi sulla nota vicenda dei vaccini. Nella missiva, Pio Siragusa, spiega il suo punto di vista e, infine, invita l’ex sindaco Nicolò Nicolosi a fare retromarcia.

Pubblichiamo il testo della lettera integralmente.

Cari amici e concittadini, tutti conoscete ormai la vicenda dei vaccini venuta alla luce in questi ultimi giorni.

Ho aspettato di conoscere a fondo la vicenda, ascoltando gli interessati e le loro dichiarazioni pubbliche e private prima di esprimere il mio punto di vista.

Ritengo innanzi tutto necessario fugare via ogni dubbio sul mio personale coinvolgimento. Io non ho fatto il vaccino…lo farò quando sarà il mio turno.

La notizia mi ha lasciato attonito e amareggiato, è stata una mancanza di rispetto verso tutti i cittadini che avrebbero avuto titolo a ricevere quelle dosi di vaccino. Ho chiesto spiegazioni, ho cercato di capire le motivazioni del Sindaco e degli Assessori e sono venuto a delle mie personali conclusioni che penso sia doveroso, per la carica di Presidente del Consiglio che mi onoro di rivestire, condividere con la cittadinanza…

Innanzitutto, vorrei distinguere la figura del Sindaco da quello degli Assessori. Per quanto l’errore sia imputabile anche al primo cittadino, ritengo che per l’età avanzata e per le patologie di cui soffre il suo gesto possa avere delle attenuanti. Diversa invece la posizione degli Assessori, giovani e in buona salute che hanno deciso di sorpassare la fila a discapito degli anziani, dei disabili e di tutte le altre categorie che ne avrebbero avuto diritto. Dalle dichiarazioni pubbliche rilasciate dall’Assessore Crapisi ho appreso inoltre che il Sindaco si era detto contrario a sottoporsi alla vaccinazione, sono stati proprio gli Assessori a insistere affinché facesse anche lui il vaccino. 

Come sapete, invece, ad oggi il Sindaco è la persona più attaccata, dai media, dalla stampa, dai cittadini…ed è anche l’unico che preso coscienza dell’errore fatto ha dato prontamente le dimissioni. Senza voler giustificare l’azione, ritengo comunque che si debba pensare alle conseguenze che la città potrebbe avere dalle dimissioni del Sindaco. In questi due anni infatti, l’Amministrazione Nicolosi ha portato avanti tanti progetti e in itinere ce ne sono tanti in via di definizione che potrebbero risollevare le sorti economiche della nostra città. Senza un’amministrazione politica, con un commissario che svolgerebbe le funzioni ordinarie, rischieremmo di arrivare in ritardo per la presentazione degli atti necessari e Corleone potrebbe perdere questa opportunità di rinascita. Mi chiedo e vi chiedo…è questo ciò che vogliamo? Per quanto delusi o amareggiati, per quanto arrabbiati, pensiamo veramente che questa sia la soluzione migliore per la nostra città?

Da Presidente del Consiglio, da cittadino e padre di famiglia, penso che al Sindaco si possa perdonare questo errore, che non può comunque cancellare quanto di buono egli ha fatto per la nostra comunità in questi due anni. Allo stesso tempo, per le motivazioni già dette, penso che gli Assessori non abbiano invece nessuna attenuante e nessuna giustificazione e mi duole constatare che a parte uno di loro, gli altri non abbiano accennato a nessuna scusa, anzi, il Vicesindaco continua a rilasciare interviste accampando scuse con il tentativo di “cadere in piedi”.

Concludendo vorrei chiedere pubblicamente al Sindaco Nicolosi che in questi giorni è stato molto provato dall’acredine dei commenti sui social, di ritornare sui suoi passi, di ritirare le dimissioni e di continuare con una nuova squadra di Assessori a guidare questa città. Spero che tanti possano condividere le mie considerazioni e che si possa mettere un punto su questa vicenda e ricominciare tutti insieme da dove ci siamo fermati pochi giorni fa.

Per quanto mi riguarda, in qualità di Presidente del Consiglio, il Sindaco Nicolosi continuerà ad avere tutto il mio appoggio e la mia collaborazione in questa legislatura che abbiamo iniziato nel 2018 e che vorrei concludere insieme a lui nel 2023. 

Il Presidente del Consiglio

Pio Siragusa