28 C
Bisacquino
martedì, Giugno 28, 2022

Buy now

spot_img

Corleone, conferita la cittadinanza onoraria agli atleti paralimpici Xenia e Misha Palazzo

Conferita a Corleone la cittadinanza onoraria a Xenia e Misha Palazzo, atleti paralimpici di nuoto di origine corleonese. Alle ultime Paralimpiadi a Tokyo, l’atleta 23enne ha conquistato 4 medaglie su 5 gare disputate, salendo anche sul gradino più alto del podio. 

La cerimonia si è svolta oggi, nella Giornata internazionale della persona disabile, all’Auditorium del liceo “Don Colletto”. All’evento hanno preso parte tra gli altri l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, il sindaco di Corleone, Nicolò Nicolosi, la giunta, il presidente del Consiglio comunale, Pio Siragusa, e i consiglieri comunali, il sindaco di Campofiorito, Giuseppe Oddo, i dirigenti delle scuole corleonesi insieme a docenti e alunni, il sindaco dei ragazzi dell’istituto “Giuseppe Vasi”, il direttore di Città Nuove Corleone, Dino Paternostro, autorità civili e militari, rappresentanti dei Lions di Corleone.

“Lo scorso 20 ottobre – dice l’assessore allo Sport Gianfranco Grizzaffi – l’intero consiglio comunale ha approvato la mozione di Conferimento della cittadinanza onoraria agli atleti Xenia e Misha Palazzo per l’impegno, la perseveranza e il coraggio che li hanno resi campioni nello sport e nella vita, trasmettendo un esemplare modello per le giovani generazioni. Oggi noi tutti cittadini di Corleone siamo veramente orgogliosi di avere due campioni corleonesi tra noi”. 

“Le generazioni più giovani stanno vivendo qualcosa che ricorderanno – ha affermato l’assessore Razza -. Una pandemia è un fatto storico che non si può dimenticare. Oggi c’è bisogno di lasciare degli esempi. Avendo scelto Xenia come simbolo, Corleone la indica ai ragazzi come modello virtuoso per il presente e per il domani”. 

Prima del conferimento della cittadinanza onoraria, gli alunni dell‘indirizzo musicale del liceo “Don Colletto”, inaugurato quest’anno, hanno eseguito l’Inno di Mameli: è stata la loro prima esibizione ufficiale. “Grazie mille per questa opportunità – ha detto Xenia -. Non so trovare le parole giuste se non grazie per avermi dato la possibilità oggi di parlare nelle scuole”.  Xenia ha poi risposto alle domande degli alunni, raccontando il suo percorso. “Sono sempre stata bene nell’acqua. Mi sentivo libera, uguale a tutti gli altri. Il percorso è stato duro e senza la mia famiglia non sarei mai arrivata dove sono ora. I miei genitori hanno sempre fatto grandi sacrifici per me”. 

Xenia Palazzo è nata a Palermo nel 1998. La mamma è una campionessa russa di pallanuoto. I nonni paterni, Salvatore Palazzo e Francesca Perrino, sono corleonesi. Vive a Verona dall’età di 10 anni e pratica nuoto agonistico dall’età di 8 anni. Oggi è un’atleta tesserata dell’Atletic Swimming Team di Verona. Si allena al Centro Federale, lo stesso di Federica Pellegrini. Nel 2016, a 18 anni, ha partecipato alle Paraolimpiadi di Rio De Janeiro. Fa parte delle Fiamme Azzurre della Polizia Penitenziaria.

A Tokyo ha conquistato un fantastico poker di medaglie: un argento nei 200 misti, l’oro nella staffetta femminile 4X100 stile libero, insieme a Vittoria Bianco, Giulia Terzi e Alessia Scortechini, e due bronzi nei 400 e nei 50 stile libero. Al ritorno dal Giappone, è stata ricevuta dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella insieme agli altri atleti italiani che hanno preso parte ai Giochi. C’era pure il fratello 19enne Misha, una giovane promessa del nuoto paraolimpico.

“Oggi – ha dichiarato il sindaco Nicolò Nicolosi – è una di quelle giornate che vorremmo si ripetessero spesso perché mostrano il vero volto di Corleone. Xenia e Misha ci danno l’opportunità di dimostrare che questa città è fatta di dedizione, passione, volontà, tutte caratteristiche che consentono di raggiungere i propri obiettivi. È un onore includere a Corleone cittadini illustri come i fratelli Palazzo che tornano portando la loro eccellenza”. 

Gli eventi per celebrare la Giornata internazionale della persona disabile a Corleone sono iniziati ieri con la manifestazione “Sport… Attivamente” al complesso sportivo, organizzata dall’istituto comprensivo “Giuseppe Vasi”, in particolare dal professore Paolo Sinatra.  Hanno partecipato tra gli altri il Garante per la persona disabile del Comune di Corleone e i rappresentanti del Comitato italiano paralimpico (CIP) Sicilia, della Federazione italiana nuoto paralimpico (FINP), della Federazione italiana paralimpica calcio balilla (FIPCB) e di quella pallacanestro in carrozzina (FIPIC). 

Oltre al dibattito, si sono svolte esibizioni pratiche del gruppo majorette dell’istituto “Giuseppe Vasi” e di sport come pallacanestro e calcio balilla in carrozzina,  badminton, sitting volley (pallavolo da seduti) e giochi di una volta. Al termine, si è svolta una camminata in corteo dal campo sportivo alla villa comunale. Nel pomeriggio di oggi nuovo incontro con la cittadinanza al complesso sportivo, con l’esibizione del gruppo musicale “Nuova…mente” onlus di Campofiorito. Domani Xenia Palazzo visiterà la piscina di Campofiorito che aprirà presto i battenti.

Related Articles

Stay Connected

22,878FansLike
3,370FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Latest Articles