11.7 C
Bisacquino
giovedì, Dicembre 8, 2022

Buy now

spot_img

Gli studenti delle scuole di Bisacquino dicono no alla guerra

L’I.I.S.S. “Don Calogero Di Vincenti” e l’l.C. “Mons. G. Bacile” ieri hanno promosso una manifestazione a sostegno della pace e di ferma condanna di ogni forma di guerra in considerazione del conflitto in atto.

I due istituti con la manifestazione che si è articolata per le vie principali del paese hanno voluto esprimere solidarietà al popolo ucraino. L’iniziativa è partita dall’II SS “Don C. Di Vincenti”: dopo un flashmob in cui i ragazzi, presso il campo esterno della scuola, hanno intonato canzoni sulla pace, gli studenti si sono uniti al corteo proveniente dall’IC “Mons. G. Bacile”. In contemporanea dalle vie principali del paese (via Roma, via Carmine, corso Umberto I, corso Triona) e sotto lo sguardo ammirato dei cittadini bisacquinesi, i cortei sono arrivati in piazza Triona. Qui tutti gli studenti in modo simbolico e pacifico hanno occupato la piazza per chiedere a gran voce la pace. 

Gli alunni e le alunne dei due istituti hanno detto no alla guerra, un grido di pace che si è levato alto e distinto nell’azzurro del cielo. Al suono delle campane della Chiesa Madre, il corteo ha osservato un minuto di silenzio, un silenzio assordante, commovente che ha toccato i cuori e le coscienze di tutti. In piazza i manifestanti hanno abbracciato simbolicamente Angelica e la sua famiglia appena arrivati a Bisacquino da Odessa. Alunni, docenti e semplici passanti e perfino gli operai che lavorano al restauro della Matrice erano profondamente commossi. Il Ds Zambito ha dichiarato: “Non possiamo rimanere indifferenti. Ho fiducia nei giovani, saranno loro a costruire un futuro migliore. Dobbiamo sostenerli. Esserci.” E continua: “ Questa mattina ho sentito un forte abbraccio e occhi pieni di speranza dietro le mascherine”.

Related Articles

Stay Connected

22,878FansLike
3,601FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Latest Articles