17.4 C
Bisacquino
sabato, Settembre 24, 2022

Buy now

spot_img

Palazzo Adriano apre le porte ai profughi di guerra. A consentirlo sarà un progetto SAI da oltre un milione di euro.

Palazzo Adriano potrà ospitare i profughi di guerra. Ad aprire le porte del comune sicano ai profughi di guerra è il progetto SAI (Sistema Accoglienza Integrazione). Un progetto da un milione e duecentomila euro. “Un indotto economico che rimane al 100% sul territorio” affermano il sindaco Nicolò Granà e l’assessore alle politiche migratorie Laura Costa. “Altro obiettivo importante messo a segno dalla nostra amministrazione comunale nell’ambito della gestione dei servizi di accoglienza e integrazione. Abbiamo desiderato e ottenuto un altro consistente finanziamento sul progetto di accoglienza e integrazione di rifugiati e richiedenti asilo” spiegano il sindaco Nicolò Granà e l’assessore alle politiche migratorie Laura Costa. “Il nostro comune, che qualche mese fa ha mostrato grande sensibilità per la questione ucraina, adesso potrà ufficialmente ospitare famiglie di profughi di guerra. Il progetto originario è stato infatti integrato a circa 1.200.000 euro” continuano i due amministratori. “Il merito di questo grande risultato naturalmente va agli uffici comunali, ed a quanti hanno creduto assieme a noi a tale progetto. Con il loro aiuto l’amministrazione riesce a cogliere i migliori risultati a vantaggio della comunità. Palazzo Adriano ormai è una realtà anche nell’ambito di tali progetti essendo stato finanziato al 39 posto in tutta Italia. Siamo molto soddisfatti del grande lavoro che si sta facendo sul servizio dello SPRAR (SAI), e dei risultati ottenuti” concludo Granà e Costa.

Related Articles

Stay Connected

22,878FansLike
3,497FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Latest Articles