17.4 C
Bisacquino
sabato, Settembre 24, 2022

Buy now

spot_img

Giro di vite dei Carabinieri Nas e dell’Asp sulle aziende alimentari e sanitarie di Palermo e Ragusa. Lo scopo: prevenire e reprimere le condotte illecite nelle filiere alimentari umane ed animali.

Nei mesi di luglio ed agosto 2022 i Carabinieri dei N.A.S. di Palermo e Ragusa hanno svolto delle ispezioni a tutela del settore alimentare e sanitario, con la collaborazione dei Comandi territoriali dell’Arma e delle A.s.p., allo scopo di prevenire e reprimere le condotte illecite e vigilare sul rispetto delle normative a tutela della filiera degli alimenti destinati all’alimentazione umana ed a quella degli  animali, in particolare:

I Carabinieri del N.a.s. di Palermo con la collaborazione dei militari della Compagnia di Lercara Friddi (PA) e Petralia Sottana (PA) nonché del personale dell’A.s.p. di Palermo procedevano: a Vicari (PA) alla sospensione di attività di uno dei magazzini di un’azienda, poiché era stata ampliata l’area di stoccaggio e confezionamento dei mangimi senza aggiornare la registrazione sanitaria e ponevano sotto sequestro amministrativo di 64 tonnellate di mangime semplice per uso zootecnico, destinati alla commercializzazione, senza che fosse stata attuata correttamente la tracciabilità degli stessi, in modo da garantire la sicurezza della filiera alimentare. A Castronuovo di Sicilia (PA) presso un deposito al sequestro amministrativo di oltre 300  tonnellate di grano, destinati alla commercializzazione, senza che fosse stata attuata correttamente la tracciabilità degli stessi, in modo da garantire la sicurezza della filiera alimentare. A Gangi (PA) presso un’azienda di commercializzazione all’ingrosso di cereali e mangimi, al  sequestro amministrativo di 600 tonnellate di grano duro custoditi in silos, nonché di kg.1.710 di  mangimi, destinati alla commercializzazione, senza che fosse stata attuata correttamente la tracciabilità degli stessi, in modo da garantire la sicurezza della filiera alimentare. Nel corso delle suddette ispezioni i controlli sono stati altresì estesi anche ai veicoli utilizzati per il trasporto delle merci ed in due casi sono state rilevate delle criticità poiché un conducente aveva  trasportato grano e mangimi su veicoli privo di registrazione sanitaria per il trasporto di alimenti. A conclusione delle suddette verifiche sono state comminate sanzioni per complessivi euro 9.000.

I militari del N.a.s. di Ragusa, coadiuvati dai Carabinieri delle Compagnie di Mussomeli (Cl) e Petralia Sottana (PA) del personale dell’A.s.p. di Caltanisetta elevavano sanzioni amministrative per complessivi euro 9.000, nei confronti di due depositi all’ingrosso di cereali di Villalba (CL) e di uno stabilimento di lavorazione cereali di Petralia Sottana (PA), poiché le suddette strutture non erano in possesso di registrazione sanitaria. Successivamente, nei confronti del suddetto stabilimento, in esecuzione ad un provvedimento emesso dal Dipartimento di prevenzione dell’ASP di Palermo, si procedeva alla sospensione delle attività, poiché, in seguito ad ulteriori verifiche documentali, risultato privo delle necessarie autorizzazioni. Nel corso dell’attività ispettiva, a cura del personale delle A.s.p. di Palermo e Caltanisetta, sono stati altresì prelevati campioni di grano, avviati alle analisi di laboratorio per la ricerca di aflatossine e pesticidi.

 (Comunicato stampa Comando Carabinieri per la Tutela della Salute;

Gruppo Tutela Salute di Napoli)

Related Articles

Stay Connected

22,878FansLike
3,497FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Latest Articles