17.4 C
Bisacquino
sabato, Settembre 24, 2022

Buy now

spot_img

Una storia di famiglia chiamata “Caccamo Volley”. Prima di lei, suo nonno, suo padre e suo zio. Il testimone della presidenza del Caccamo volley adesso passa a Maria Chiara Ventura

Maria Chiara Ventura è il nuovo presidente della “Caccamo volley”. “Prima di me mio nonno, mio padre, mio zio… Per me è un onore continuare la tradizione di famiglia come Presidente di un’associazione sportiva. Viva lo sport”. E’ il commento postato su Facebook da Maria Chiara Ventura, la giocatrice ed allenatrice di pallavolo, Presidente neo eletta alla guida dell’Associazione Sportiva Dilettantistica “Caccamo Volley”. Maria Chiara Ventura subentra a Giuseppe Perna. Trentuno anni, Maria Chiara ha iniziato a giocare a pallavolo vent’anni fa, quando frequentava la scuola elementare, scendendo in campo per la prima volta con la Virtus Caccamo. Nel 2014, insieme a Diego Randazzo, l’attuale assessore comunale allo Sport con cui ha sempre condiviso la passione per la pallavolo, decidono di creare una nuova realtà per Caccamo, appoggiandosi alla Termini Volley; una sorta di gemellaggio con la squadra Termitana che durerà due anni. Risale al 2016 la decisione di fondare la Caccamo Volley Ads, guidata da Giuseppe Perna. Mentre per Maria Chiara inizia un percorso di abilitazione che la vedrà diventare allenatrice. “Seguono anni molto intensi e densi di gratificazioni” racconta Maria Chiara. “Mentre allenavo il settore giovanile, giocavo nella prima squadra, allenata da Diego Randazzo, squadra che ha conquistato i campionati fino alla Prima Divisione. Dopo la pandemia, abbiamo ripreso con il mini volley dai 6 sei anni in su. E dal 2 agosto i soci mi hanno voluta alla Presidenza” conclude Maria Chiara. “Sono molto legato alla Caccamo Volley che ho fondato insieme a Maria Chiara” dice l’assessore allo Sport Diego Randazzo. “Sono davvero felice che questa “creatura” sia guidata da una persona con cui condivido da anni la medesima passione sportiva. I valori dello Sport, come il rispetto delle regole, il rispetto per l’avversario, sono essenziali per formare cittadini consapevoli” aggiunge l’Assessore Randazzo.

Related Articles

Stay Connected

22,878FansLike
3,497FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Latest Articles